Un tema di particolare interesse con l’avvio della fattura elettronica verso la PA riguarda le regole da seguire per l’applicazione dell’imposta di bollo sui documenti informatici (ad esempio l’imposta di bollo di 2 euro per imponibili superiori a 77,47 euro).

Le nuove regole impongono che la stessa, se dovuta, deve essere versata esclusivamente con modalità telematiche, a mezzo modello di pagamento unificato F24, in unica soluzione entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio. Il codice tributo da indicare nel modello F24 per il versamento del bollo virtuale su fattura elettronica è : 2501.

Le fatture elettroniche inoltre, quando assoggettate ad imposta di bollo, dovranno riportare nella sezione Dati Generali la dicitura “SI” nel campo Bollo e il valore 2 nel campo Importo.

Nota Bene = Vi ricordiamo che ogni obbligo e responsabilità permane in capo all’ emittente fattura (anche quando si avvale di un intermediario per l’invio).